Letteratura vs. traffico – l’istallazione di Toronto

Literature-vs-Traffic-in-Toronto-picture-7

Libri in terra. Migliaia di libri a terra con le pagine aperte e coperti di piccolissime lucine colorate atte a farli brillare di luce propria e renderli così luminosi da scomodare anche il buio della notte.
Luminosi come la cultura, luminosi come tutto ciò che può portare del bene all’uomo e sottrarlo al caotico via vai del traffico e ai suoi effluvi più o meno dannosi.
Recentemente, Toronto è stata invasa da une delle più belle iniziative culturali di sempre intitolata, in modo più che simbolico, “Letteratura vs. Traffico”.

Il gruppo Luzinterruptus ha riempito con oltre 10.000 libri le strade della città di Toronto considerate più affollate, piene e inquinate per combattere con la cultura e la letteratura il traffico caotico della città.Literature-vs-Traffic-in-Toronto-picture-3-540x361
Tocca il cuore vedere i passanti fermarsi e camminare tra i libri disseminati a terra per poi accucciarsi, prenderne uno tra le mani e sfogliarlo con tenerezza, spiarne la copertina e leggerne qualche pagina.

Il gruppo aveva organizzato altre manifestazioni a Madrid e a New York ma a differenza di queste precedenti mostre, che erano rimaste nell’illegalità, l’installazione di Toronto è stata approvata e inserita nelle “Nuit Blanche Toronto 2016” ricevendo così la fama che merita.

L’iniziativa è assolutamente lodevole: contro ogni tendenza, il gruppo ha cercato di regalare ai passanti un luogo calmo, tranquillo e sereno; un posto lontano dal caotico in cui perdersi di nuovo nella bellezza della natura e, perché no, di un libro.

Le foto che sono state scattate hanno fatto velocemente il giro del mondo e la fama di questa iniziativa fa sperare che venga ripetuta presto.
Noi ci auguriamo vivamente di poterci svegliare un giorno e trovare, al posto di auto parcheggiate, una strada sepolta sotto i libri.

*Volpe


Fonte: Ebookfriendly

Pubblicità

Febbre da maghetto – Notti bianche e altre novità in arrivo per i fan di Harry Potter

14429343_300862776944411_603240690_n

Il 23 settembre Harry Potter ritorna nelle librerie italiane e con lui rientrano, per l’ottava volta nelle vite dei lettori affezionati, tutti i personaggi che abbiamo conosciuto e amato nei capitoli precedenti insieme a quelli della nuova generazione: i figli e le figlie di Harry Potter e dei suoi compagni d’avventura.
Per l’occasione sono diverse le librerie che stanno organizzando delle vere e proprie notti bianche per distribuire, allo scoccare della mezzanotte, l’ambitissimo ottavo capitolo della saga “Harry Potter e la maledizione dell’erede” (“Harry Potter and the Cursed Child) al momento disponibile solo in lingua inglese.
Una sorta di capodanno letterario che in Inghilterra, dove il romanzo è già uscito, ha riscosso un enorme successo confermando il successo di questi eventi ormai diventati un appuntamento d’obbligo per i fan del maghetto.
Ogni libreria si sta organizando per venire incontro ai fan di Harry Potter e, da nord a sud, sono diverse le iniziative e gli eventi programmati per accogliere gli accaniti lettori di J.K. Rowling.
Se abitate a Milano, o nelle vicinanze, potrete partecipare ad una serie di eventi che, a partire dal pomeriggio di venerdì 23 settembre, accompagneranno l’attesa per l’uscita del romanzo e vi aiuteranno a fare un ripasso della saga e vedranno maggiormente coinvolte le librerie Feltrinelli e Mondadori in piazza Duomo.
Librerie ed eventi letterari anche a Genova, Torino, Bologna, Firenze, Napoli e Catania; per citarne alcuni. Purtroppo non è stata stilata una lista ufficiale degli stores aderenti all’iniziativa, per cui vi invitiamo a rivolgervi al vostro librario di fiducia per avere maggiori informazioni.

Ma le sorprese non finiscono qui!
Nel 2017 si festeggia il ventennale dall’uscita del primo romanzo e la British Library ha deciso di allestire per l’occasione una mostra sul nostro beneamato maghetto. La mostra, almeno secondo le prime informazioni, verrà inaugurata il 20 ottobre 2017 ( biglietti saranno acquistabili a partire dalla primavera 2017).e si concluderà il 28 febbraio 2018.harry-potter-cursed-child-albus-severus
I visitatori avranno accesso ad un repertorio composto da manoscritti in cui al sapere medievale vengono affiancate le nozioni su draghi, pozioni e incantesimi che i lettori hanno appreso dalle pagine della Rowling e non è tutto.
Faranno parte dell’esposizione anche materiale proveniente dagli archivi della casa editrice Bloomsbury e dai taccuini dell’autrice stessa.
Un viaggio emozionante che farà entrare ancora di più i lettori e gli appassionati della saga nel cuore della magia.
Per ulteriori informazioni potete consultare il sito ufficiale della British Library e della casa editrice Bloomsbury.

*Jo