Nuovo anno e nuovi (buoni) propositi: 10 buone intenzioni per il 2020.

L’inizio di un nuovo anno è il momento perfetto per dare una svolta alla propria vita e realizzare quegli obbiettivi e quei desideri che, per un motivo o per un altro, sono rimasti nel cassetto o sono annegati tra le scuse e i “vorrei, ma proprio non posso!“.
In occasione del capodanno è consuetidine fare una lista dei buoni propositi e fissare dei traguardi che, anche se non verranno raggiunti, almeno consoleranno la coscienza con la giustificazione sempre valida che, alla fine, basta il pensiero.

Da questa tradizione non si esimono lettori e booklovers che, tra un cenone e una giocata di tombola, fanno una lista degli obbiettivi da raggiungere in capo ad un anno o stilano le letture che intendono, o sperano, di completare nei 365 giorni +1 a venire.
I propositi sono vari e, spulciando su internet, la rosa dei suggerimenti è infinita; tuttavia, intervistando amici e parenti, siamo riuscite ad individuare i 10 buoni propositi più gettonati dai lettori.

1) Leggere almeno 10 pagine al giorno.
Per molti lettori uno dei più grandi rimpianti e non avere abbastanza tempo da dedicare alla lettura: d’altronde, sia chi studia sia chi lavora, deve fare i conti con uno stile di vita frenetico pieno di impegni, scadenze e altre attività che riducono all’osso i momenti da dedicare alla lettura e a noi stessi.
Con questi presupposti, leggere almeno 10 pagine al giorno può essere tutt’altro che una passeggiata, ma l’importante è non arrendersi e, sopratutto, non pretendere da noi stessi più di quanto possiamo dare in fatto di tempo ed energie.
Leggere deve essere un piacere e mai un’imposizione!

2) Fare una readlist e rispettarla (o almeno provarci).
Quanti di noi, davanti alla libreria traboccante, non ha esclamato almeno una volta “Non ho nulla da leggere!”.
Passando in rassegna i volumi che abbiamo sparsi sugli scaffali, sul comodino, su mensole, tavoli e ovunque i libri possano essere impilati e sistemati; molti di noi vengono presi dall’ansia nel contare quanti di quei libri NON siano ancora stati letti.
I motivi per cui si accumulano romanzi senza leggerli sono svariati: regali indesiderati, acquisti fatti sull’onda dell’entusiasmo, la curiosità per un genere o un autore nuovo, … .
Fare una lista può essere utile non solo per tenere il conto delle letture fatte durante l’anno, ma anche e sopratutto per fare ordine mentale tra i libri letti e quelli che ancora dobbiamo leggere trovando, perché no, il coraggio di prendere in mano quei volumi che fino ad adesso abbiamo lasciato sullo scaffale a prendere polvere.

3) Leggere un classico.
I classici non ispirano mai particolare simpatia soprattutto nei lettori più giovani o in coloro che hanno da poco scoperto i piaceri della lettura: sono lunghi, scritti con uno stile non sempre facile e, sopratutto quando si tratta di romanzi scritti secoli fa, alle difficoltà linguistiche si aggiungono quelle legate ad una cultura che, ai giorni nostri, ci appare superata e a tratti ridicola soprattutto quando vengono trattati temi delicati o di interesse sociale.
Nel scegliere un classico è bene tenere a mente che la scelta non si limita ad autori dei secoli passati, ma è anche possibile optare per scrittori contemporanei che, di conseguenza, trattano temi più comprensibili con un linguaggio sicuramente più familiare.
Altra cosa da considerare è il genere letterario: ogni romanzo, infatti, è alfiere di una corrente che, nei secoli, si è evoluta assumendo nuove tonalità e ampliando le proprie possibilità narrative.
Basarsi sui propri gusti letterari è sicuramente un buon modo per scegliere un classico senza aver paura di annoiarsi o perdere interesse per la lettura.

4) Finire TUTTI i libri accumulati negli anni;
Questo è, forse, il proposito più difficile di tutti: i lettori di lunga data hanno sicuramente un numero non indifferente di titoli in arretrato e leggerli tutti in un solo anno è un’impresa a dir poco titanica.
Naturalmente, poi, questo proposito nasconde tante altre piccole insidie.
Bisogna innanzitutto armarsi di pazienza e buona volontà e resistere alle innumerevoli tentazioni delle librerie non è affatto facile, giacché anche i lettori più esperti rischiano di perdersi e cedere alla tentazione di comprare un altro volume.
Beh, male che vada, ci toccherà aggiungerlo alla pila di libri da leggere nel 2020…

5) Provare gli E-Book e/o gli audiolibri;
Alcuni lettori sono già passati al digitale da molti anni, altri invece sono legati al cartaceo che, per loro, è ancora il solo e vero modo per leggere.
L’editoria digitale ha i suoi pregi: il costo nettamente inferiore di un e-book rispetto a un libro cartaceo non è da sottovalutare; così come la possibilità di ascoltare i nostri romanzi preferiti anche in auto, mentre guidiamo ha il suo fascino.
Insomma, se vi capitano sotto mano testi interessanti in forma di e-book o di audiolibro, vi consigliamo di provarli!
Inoltre, e questa è una nota a piè di pagina, utilizzare gli audiolibri mostrerà alle case produttrici che questo prodotto vende: ciò avrà la conseguenza di permettere a persone non vedenti o con difficoltà dell’apprendimento di scegliere tra una quantità maggiore di titoli.

6) Mettere in ordine la libreria (e mantenere l’ordine);
Ci sono tantissimi modi per ordinare una libreria: l’ordine alfabetico è quello più comune e, forse, più efficace.
Per variare e, quindi, stimolare la fantasia, però, vi suggeriamo alcuni modi alternativi per tenere i vostri libri in perfetto ordine.
Il primo, che va tanto di moda nelle pagine instagram di tutti i bookblogger, è l’ordine per colore. Forse è poco funzionale, ma attira l’occhio e sicuramente stimola il lettore a mantenerlo!
Un altro metodo utile, è quello di dividere i libri per casa editrice: questo regalerà alla vostra libreria un senso di freschezza e innovazione.
Ma, insomma, in qualsiasi modo vogliate sistemare la libreria, quel che conta è che sia funzionale per voi: se anche un mondadori finisce nella sezione feltrinelli, non sarà poi un dramma!

7) Provare un genere letterario nuovo;
Il lettore è, in generale, un animale abitudinario: questo significa che se è legato al genere fantastico sarà difficile mettergli in mano un giallo e viceversa.
Per quanto i gusti personali siano sempre da rispettare, a volte una ventata di aria fresca è quel che ci vuole. Nel 2020, vi suggeriamo di ampliare le vostre vedute, magari lasciando scegliere una vostra lettura futura a un amico che ha gusti anche opposti ai vostri.
Chissà che non ne esca qualcosa di interessante…
Per iniziare, comunque, vi consiglierei di trovare qualcosa che sia a cavallo tra il vostro genere preferito e una nuova scoperta: potrebbe aiutarvi ad evitare cambiamenti troppo bruschi che potrebbero rivelarsi un flop totale.

8) Regalare più libri;
O buoni regalo!
Regalare una buona lettura a qualcuno è una cosa meravigliosa: può aiutare anche le persone meno dedite alla lettura a immergersi in un mondo nuovo e pieno di fantasia.
Un libro però, anche se a noi lettori sembra strano, non è sempre un regalo ben accetto. E’ difficile regalare un libro, per esempio, ad una persona che non ama leggere.
In questi casi, bisogna agire con furbizia: informatevi sui loro interessi e cercate se esiste un libro che tratta di quegli argomenti così da farli ugualmente felici.

9) Usufruire maggiormente delle biblioteche;
Anche se possedere il libro che si vuole leggere è un desiderio cui è difficile resistere, a volte è giusto provarci.
Andare in biblioteca è un ottimo modo per risparmiare, così come leggere e-book o libri che si hanno già in casa, ed è anche un modo per mantenere aperti questi luoghi incantati che, lentamente, stanno scomparendo.
Se, magari, a voi non sembra importante, la biblioteca può essere la salvezza di quei lettori meno fortunati che purtroppo non hanno sufficienti finanze per poter leggere libri comprati di propria mano.

10) NON lasciar scadere i punti delle fidelitycard.
Questo buon proposito vuole essere anche un reminder per quelli di voi che hanno nel portafogli tessere di questa o quella libreria: ricordatevi i punti!
Se siete lettori voraci e avete, nel tempo, accumulato molti sconti, ricordatevi di usarli prima che la vostra tessera scada e debba essere rinnovata!

Qualunque siano i propositi che vi siete prefissiati per il 2020 ricordatevi che le migliori intenzioni non sono mai da intendere come obblighi e che l’importante non è cosa, quando, come o perché si legge, ma semplicemente leggere!

Buon 2020 e buone nuove (o arretrate) letture!

*Jo

Consigli, libri e buoni propositi

Schermata 2018-01-08 alle 16.07.01.png

Tra una fetta di panettone e l’altra (Avrei voluto cominciare con “Tra una pagina e l’altra”, ma la sincerità viene prima di tutto), questo Dicembre abbiamo anche trovato il tempo di valutare tutti i libri letti da noi nel 2017 per tirare fuori i migliori.
Visto, però, che ci teniamo sempre al parere di chi ci segue, abbiamo voluto aggiungere ai nostri preferiti anche i vostri: il risultato? Una meravigliosa lista che, tra saggi e romanzi, conta addirittura tot libri che potrebbero far compagnia durante il 2018!

Buona lettura!

Le scelte dello staff 

“Il guardiano degli innocenti” di Andrzej Sapkowski, letto da Sher;
“La ladra di Libri” di Markus Zusak, letto da Annrose;
“2084: la fine del mondo” di Boualem Sansal, letto da Sher;
“La trilogia della città di K, il grande quaderno” di Agota Kristoff, letto da Grantaire;
“Il gioco dell’angelo” di Carlos Ruiz Zafon, letto da Enjolras;
“Il lupo della steppa” di Herman Hesse, letto da Jo;
“Dove porta la neve” di Matteo Righetto, letto da Jo;
“L’apprendista assassino” di Robin Hobb, letto da Sher;
“il bacio più breve della storia” di Mathias Malzieu, letto da Annrose
“La tua seconda vita comincia quando capisci di averne una sola” di Raphaelle Giordano, letto da Sher

le vostre scelte!

“Il labirinto degli spiriti” di Carlos Ruiz Zafon, letto da Rosy;
“La grande storia di Padre Pio” di Sandro Mayer e Osvaldo Orlandini, letto da Cinzia;
“La mia vita” di Agatha Christie, letto da Cinzia;
“Io non mi chiamo Miriam” di Majgull Axelsson, letto da Cinzia;
“La saga di Talon” di Julie Kagawa, letto da Ila;
“Paranormal Love” di Gena Showalter, letto da Ila;
“L’uomo giusto al numero sbagliato” di Elle Casey, letto da Ila;
“Il problema è che ti amo” di Jennifer Armentrout, letto da Ila;
“La trilogia di Biancaneve” di Salla Simukka, letto da Kady.

E voi? Quali libri vi hanno colpito il cuore durante il 2017?

*Volpe

I 100 libri del secolo – Le Monde

e5beb02b-2719-4b88-a045-6607b1bf39c5

 

Seguendo il filone iniziato con “100 libri imperdibili secondo la BBC Big Reads”, vi propongo i 100 libri del secolo, lista stilata dal quotidiano parigino Le mondenella primavera del 1999. Lo scopo? Identificare quali fossero i 100 libri migliori del XX secolo.

Voi aggiungereste (o togliereste) qualche titolo?

1. Lo straniero, Albert Camus
2. Alla ricerca del tempo perduto, Marcel Proust
3. Il processo, Franz Kafka
4. Il piccolo principe, Antoine de Saint-Exupery
5. La condizione umana, André Malraux
6. Viaggio al termine della notte, Louis-Ferdinande Celine
7. Furore, John Steinbeck
8. Per chi suona la campana, Ernst Hemingway
9. Il grande Meaulnes, Alain-Fournier
10. La schiuma dei giorni,  Boris Vian
11. Il secondo sesso, Simone de Beauvoir
12. Aspettando Godot, Samuel Beckett
13. L’essere e il nulla, Jean-Paul Sartre
14. Il nome della rosa, Umberto Eco
15. Arcipelago Gulag, Aleksandr Solzenicyn
16. Paroles, Jaques Prevert
17. Alcools, Guillaume Apollinaire
18.  Il loro blu, Hergé
19. Diario, Anna Frank
20. Tristi Tropici, Claude Levi-Strauss
21. Il mondo nuovo, Aldus Huxley
22. 1984, George Orwell
23. Asterix il gallico, René Goscinny e Albert Uderzo
24. La cantatrice calva, Eugene Ionesco
25. Tre saggi sulla teoria sessuale, Sigmund Freud
26. L’opera al nero, Marguerite Yourcenar
27. Lolita, Vladimir Nabokov
28. Ulisse, James Joyce
29. Il deserto dei tartari, Dino Buzzati
30. I falsari, André Gide
31. L’ussaro sul tetto, Jean Giorno
32. Bella del signore, Albert Cohen
33. Cent’anni di solitudine, Gabriel Garcia Marquez
34. L’urlo e il furore, William Faulkner
35. Thérèse Desqueyroux, François Mauriac
36. Zazie del metro, Raymond Queneau
37. Sovvertimento dei sensi, Stefan Zweig
38. Via col vento, Margaret Mitchell
39. L’amante di Lady Chatterley, D.H. Lawrence
40. La montagna incantata, Thomas Mann
41. Bonjour Tristesse, Françoise Sagan
42. Il silenzio del mare, Vercos
43. La vita, istruzioni per l’uso, Georges Perec
44. Il mastino dei Baskerville, Arthur Conan Doyle
45. Sotto il sole di Satana, Georges Bernanos
46. Il Grande Gatsby, F. Scott Fitzgerald
47. Lo scherzo, Milan Kundera
48. Il disprezzo, Alberto Moravia
49. L’assassinio di Roger Ackroyd, Agatha Christie
50. Nadja, André Breton
51. Aurélien, Louis Aragon
52. Le Soulier de Satin, Paul Claudel
53. Sei personaggi in cerca d’autore, Luigi Pirandello
54. La resistibile ascesa di Arturo Ui, Bertold Brecht
55. Il venerdì o il limbo pacifico, Michel Tournier
56. La guerra dei mondi, H. G. Wells
57. Se questo è un uomo, Primo Levi
58. Il signore degli anelli, J.R.R. Tolkien
59. Viticci, Colette
60. Capitale de la douleur, Paul Eluard
61. Martin Eden, Jack London
62. Una ballata del mare salato, Hugo Pratt
63. Il grado zero della scrittura, Roland Barthes
64. L’onore perduto di Katharina Blum, Heinrich Boll
65. La riva delle Sirti, Julien Gracq
66. Le parole e le cose, Michel Faucault
67. Sulla strada, Jack Kerouac
68. Il viaggio meraviglioso di Nils Holgersson, Selma Lagerlof
69. Una stanza tutta per sé, Virginia Woolf
70. Cronache Marziane, Ray Bradbury
71. Il rapimento di Lol V. Stein, Marguerite Duras
72. Il Verbale,  J.M.G. Le Clézio
73. Tropisme, Nathalie Sarraute
74. Diario, Jules Renard
75. Lord Jim, Joseph Conrad
76. Scritti, Jaques Lacan
77. Il teatro e il suo doppio, Antonin Artaud
78. Manhattan Transfer, John Dos Passos
79. Finzioni, Jorge Luis Borges
80. Moravagine, Blaise Cendrars
81. Il generale dell’armata morta, Ismail Kadare
82. La scelta di Sophie, William Styron
83. Romancero Gitano, Federico Garcia Lorca
84. Pietro il lettone, Georges Simeon
85. Notre Dame des Fleurs, Jean Genet
86. L’uomo senza qualità, Robert Musil
87. Fureur et Mystère, René Char
88. Il giovane Holden, J.D. Salinger
89. Niente Orchidee per miss Blandish, James Hadley Chase
90. Blake e Mortimer, Edgar P. Jacobs
91. I quaderni di Malte Laudris Brigge, Rainer Maria Rilke
92. La modificazione, Michel Butor
93. Le origini del totalitarismo, Hannah Arendt
94. Il maestro e Margherita, Michail Bulgakov
95. Crocifissione in rosa, Henry Miller
96. Il grande sonno, Raymond Chandler
97. Amers, Saint-John Perse
98. Gaston, André Franquin
99. Sotto il vulcano, Malcom Lowry
100. I figli della mezzanotte, Salman Rushdie

100 libri imperdibili secondo la BBC Big Read

libri-tumblr-650x320.png

Qualche anno fa, anzi parecchi ormai, The BBC Big Read, sondaggio d’opinione con relativo Show televisivo, aveva cercato di arrivare a capo di una annosa questione: Qual è il libro più amato del Regno Unito?

Da questa ricerca emerse una lista di 100 titoli che comprende molti grandi classici della letteratura mondiale. Ne traduco i titoli qui sotto per voi!

1.  Il signore degli anelli, J.R.R. Tolkien
2. Orgoglio e Pregiudizio, Jane Austen
3. Queste oscure materie, Philip Pullman
4. Guida galattica per autostoppisti, Douglas Adams
5. Harry Potter e il calice di fuoco, J.K. Rowling
6. Il buio oltre la siepe, Harper Lee
7. Winnie The Pooh, A.A. Milne
8. 1984, George Orwell
9. Il leone, la strega e l’armadio, C.S. Lewis
10.  Jane Eyre, Charlotte Bronte
11. Comma 22, Joseph Heller
12. Cime Tempestose, Emily Bronte
13. Il canto del Cielo, Sebastian Faulks
14. Rebecca, Daphne du Maurier
15. Il Giovane Holden, J.D. Salinger
16. Il Vento tra i salici, Kenneth Grahame
17. Grandi Speranze, Charles Dickens
18. Piccole Donne, Louisa May Alcott
19. Il mandolino del Capitano Corelli, Louis de Bernières
20. Guerra e Pace, Lev Tolstoj
21. Via col Vento,  Margaret Mitchell
22. Harry Potter e la pietra filosofale, J.K. Rowling
23. Harry Potter e la Camera dei segreti, J.K. Rowling
24. Harry Potter e il prigioniero di Azkaban, J.K Rowling
25. Lo Hobbit, J.R.R. Tolkien
26. Tess dei d’Uberville, Thomas Hardy
27. Middlemarch, George Eliot
28. Preghiera per un amico, John Irving
29. Furore, John Steinbeck
30. Le avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie, Lewis Carroll
31. La storia di Tracy Beaker, Jaqueline Wilson
32. Cent’anni di Solitudine, Grabriel Garcia Marquez
33. I pilastri della terra, Ken Follet
34. David Copperfield, Charles Dickens
35. La fabbrica di cioccolato, Roald Dahl
36. L’isola del tesoro, Robert Louis Stevenson
37. Una città come Alice, Nevil Shute
38. Pesuasione, Jane Austen
39. Dune, Frank Herbert
40. Emma, Jane Austen
41. Anna dai capelli rossi, L.M. Montgomery
42. La collina dei conigli, Richard Adams
43. Il grande Gatsby, F. Scott Fitzgerald
44. Il conte di Montecristo, Alexandre Dumas
45. Ritorno a Brideshead, Evelyn Waugh
46. La fattoria degli animali, George Orwell
47. Canto di Natale, Charles Dickens
48. Via dalla pazza folla, Thomas Hardy
49. Goodnight Mr. Tom, Michelle Magorian
50. I cercatori di conchiglie, Rosamunde Pilcher
51. Il giardino segreto, Frances Hodgson Burnett
52. Uomini e topi, John Steinbeck
53. L’ombra dello scorpione, Stephen King
54. Anna Karenina, Lev Tolstoj
55. Il ragazzo giusto, Vikram Seth
56. Il GGG, Roal Dhal
57. Swallows and Amazons, Arthur Ransome
58. Black Beaty, Anna Sewell
59. Artemis Fowl, Eoin Colfer
60. Delitto e Castigo, Fedor Dostevskij
61. Noughts and Crosses, Malorie Blackman
62. Memorie di una geisha, Arthur Golden
63. Racconto di due città, Charles Dickens
64. Uccelli di rovo, Colleen McCollough
65. Morty l’apprendista, Terry Pratchett
66. The Magic Faraway Tree, Enid Blyton
67. Il Mago, John Fowles
68. Buona Apocalisse a tutti!, Terry Pratchett e Neil Gaiman
69. A me le Guardie!, Terry Pratchett
70. Il signore delle mosche, William Golding
71. Profumo, Patrick Suskind
72. I filantropi vestiti di stracci, Robert Tressell
73. Night Watch, Terry Pratchett
74. Matilda, Roald Dahl
75. Il diario di Bridget Jones, Helen Fielding
76. Dio di Illusioni, Donna Tartt
77. La donna in bianco, Wilkie Collins
78. Ulisse, James Joyce
79. Casa Desolata, Charles Dickens
80. Double Act, Jaqueline Wilson
81. Gli Sporcelli, Roald Dahl
82. Ho un castello nel cuore, Dodie Smith
83. Buchi nel deserto, Louis Sachar
84. Gormenghast, Mervyn Peake
85. Il dio delle piccole cose, Arundhati Roy
86. Vicky Angel, Jaqueline Wilson
87. Il mondo nuovo, Aldous Huxley
88. Cold Comfort Farm, Stella Gibbons
89. Il signore della magia, Raymond E. Feist
90. Sulla Strada, Jack Kerouac
91. Il Padrino, Mario Puzo
92. Ayla – figlia della terra, Jean M. Aurel
93. Il colore della magia, Terry Pratchett
94. L’alchimista, Paulo Coelho
95. Katherine, Anya Seton
96. Caino e Abele, Jeffrey Archer
97. L’amore ai tempi del colera, Gabriel Garcia Marquez
98. Girls in Love, Jaqueline Wilson
99. The princess Diaries, Meg Cabot
100. I figli della mezzanotte, Salman Rushdie

Come ogni lista, questa è molto personale e sono sicura che ciascuno di voi ha la propria che sarà anche in completo disaccordo con questa! Nella mia, ad esempio, ci sono molti più autori italiani e francesi.

*Volpe