Storie d’autunno ~ Booktag

Le calde tonalità autunnali cominciano a colorare le nostre città e, per noi lettori, è finalmente arrivata la stagione in cui gustare le nostre letture preferite accompagnate da una tazza di té.
Nella booktag che abbiamo preparato per festeggiare il ritorno dell’autunno, ci siamo divertite ad abbinare i titoli sui nostri scaffali alle foglie degli alberi.

1. #QUERCIA – Un libro che parla di una famiglia.
VOLPE: Mio fratello rincorre i dinosauri di Giacomo Mazzariol
JO: Promettimi che ci sarai di Carol Rifka Brunt

2. #ACERO – Un libro ambientato in luoghi selvaggi.
VOLPE: 2084 – la fine del mondo di Boualem Sansal
JO: La fine del mondo storto di Mauro Corona

3. #IPPOCASTANO – Un libro che fa parte di una saga.
VOLPE: L’apprendista assassino di Robin Hobb
JO: Raven Boys di Maggie Stiefvater

4. #PLATANO – Una lettura abbandonata.
VOLPE: I coraggiosi saranno perdonati di Chris Cleave, con la speranza di riprenderlo a breve!
JO: Metro 2035 di Dmitry Glukhovsky

5. #VITE – Un libro di cui vorresti vedere il film.
VOLPE: Il sognatore di Laini Taylor
JO: Fidanzati d’inverno di Christelle Dabos

6. #FICO – Il libro in cui hai letto scene “senza veli”.
VOLPE: La casa delle foglie rosse di Paullina Simons
JO: Il cavaliere d’inverno di Paullina Simons

7. #ABETE – Un classico “sempre verde”
VOLPE: Viaggio al centro della terra di Jules Verne
JO: Premesso che faccio molta fatica a definire quali libri siano o meno classici, consiglio Narciso e Boccadoro di Hermann Hesse

Gioie d’autunno

autunno1

L’arrivo dei primi freddi e la fine delle belle giornate estive all’insegna del relax e del divertimento sono per molte persone cause di malcontento e di stress e rendono l’autunno una delle stagioni meno apprezzate.
Non tutti però sono così critici nei confronti di questa stagione che riesce comunque a regalare ai suoi ammiratori spettacoli e piccoli momenti di piacere: il rosseggiare delle foglie, le castagne e le lunghe serate trascorse sul divano sorseggiando una tisana calda e leggiucchiando un bel libro.
In più in autunno, per la gioia dei lettori, si cominciano ad assaporare le prime gioie dell’inverno sempre più prossimo.
Ecco alcuni dei motivi per cui, secondo Bustle, la stagione autunnale è tanto amata dai booklovers.

– DENTRO O FUORI?
In autunno, si sa, le giornate non solo si fanno più fredde, ma le ore di sole si riducono drasticamente invogliando uomini e animali ad entrare in letargo fino alla primavera successiva. Tuttavia, sopratutto in settembre, il clima non è ancora eccessivamente freddo e ci si può ancora permettere le ultime letture all’aperto.
Il clima autunnale è anche l’ideale per i lettori  più “pantofolai”, che possono finalmente tornare a dedicarsi alle loro letture coccolati da una bevanda calda e una morbida coperta sotto cui raggomitolarsi.

– TEMPO PER …
Da sempre l’estate è sinonimo di vacanze, di relax e divertimento, ma tra i bagagli, le ultime scadenze e le partenze il tempo per leggere è davvero poco e sotto l’ombrellone non si riesce mai a leggere con la dovuta tranquillità. In autunno, rientrati dalle vacanze e ancora lontani dalle feste natalizie, si ha finalmente il tempo per dedicarsi alle letture arretrate e alle nuove uscite che, in vista del Natale, regalano ai lettori i titoli e le storie più belle dell’anno. Al calduccio sotto una coperta o sul mezzo che li riporta a casa dopo il lavoro, qualsiasi momento è buono per divorare qualche altro buon libro.

– DOLCETTO O LIBRETTO?
E come dimenticarsi di Halloween? Il carnevale d’ottobre che, nei paesi anglosassoni, prevede che grandi e piccini si mascherino per una notte dai loro personaggi preferiti. Ovviamente un lettore non può lasciarsi sfuggire l’occasione per vestire i panni del proprio beniamino letterario e così, tra un dolcetto e uno scherzetto, un lupo mannaro e una streghetta, possono presentarsi alla porta giovani travestite da Anna Karenina, intraprendenti Tom Sawyer e misteriosi Guardiani della notte.

– E’ PIU’ GRANDE ALL’INTERNO!
Malgrado la buona volontà e le migliori intenzioni, leggere in vacanza può essere una vera missione impossibile per i lettori più accaniti che, pur riuscendo sempre a ritagliare uno spazio in valigia per i loro libri, difficilmente riescono a dedicarsi al loro passatempo preferito per via delle numerose attività che riempiono le loro meritate vacanze.
Con l’arrivo dell’autunno le borse si svuotano e si tirano fuori i cappotti pesanti e, come per magia, compaiono nuovi spazi per portare con sé le proprie letture: dai tascabili, perfetti per essere infilati nelle tasche delle giacche a vento, alle borse finalmente libere da creme solari e cambi di costume.

*Jo

autumn-book