Io leggo a casa: la catena dei lettori

Quando la paura ci vuole divisi e il dolore segna distanze che sembrano insuperabili.
Basta allungare la mano per scoprire di non essere soli e ritrovare la voglia di sorridere.
Abbiamo nomi, storie e lingue diverse, ma una passione comune: leggere; e condividendo le storie che amiamo, nutriremo la nostra voglia di vita e di speranza.

Io leggo a casa è la nostra iniziativa volta ad incentivare la lettura e il senso di responsabilità che, ancora una volta, ci chiede di restare a casa e di non abbassare la guardia.
Booklovers italiani e stranieri possono inviare la loro foto seguendo le indicazioni sotto riportate e utilizzando i nostri canali social Instagram e Facebook o scrivendo a arcadia.loscaffale@gmail.com.

Resistiamo ancora un po’, distanti ma uniti come mai prima d’ora.

*Lo Staff

The Read-Zone: come leggere può rendere più leggère le giornate in quarantena.

All’indomani dell’adozione delle nuove misure per contenere il COVID19, molti lettori hanno subito visto nel divieto di uscire di casa l’opportunità per portare a termine le letture in corso e per sfoltire la lista di quelle arretrate.
Armati di ottimismo e buoni propositi, e spronati da iniziative come quella lanciata dalla Feltrinelli #chileggenonsiferma, lettori e bookblogger hanno iniziato nuove maratone di lettura certi di aver, finalmente, trovato il giusto incentivo per leggere.

L’entusiasmo iniziale si è tuttavia spento nel giro di qualche giorno e sui social scrittori, editori e lettori hanno iniziato ad accusare qualche difficoltà nel trascorrere queste lunghe giornate in compagnia dei loro amici di carta.
Ai lettori in quarantena ha risposto su Twitter Nicola Lagioia, direttore del Salone del Libro di Torino (al momento rimandato a data da definirsi):

“Sto facendo fatica anche io. È complicato riuscire a entrare nella giusta disposizione d’animo. Forse anche perché i libri di solito raccontano avendo come punto di vista il “dopo” mentre noi invece siamo nel mezzo del guado”.

I libri, come più volte abbiamo detto e sentito dire, sono finestre su mondi e realtà lontane: leggendo entriamo in contatto con storie e situazioni al limite del possibile e empatizziamo con personaggi alle prese con sfide tanto eroiche quanto terrificanti.
Attraverso le pagine di un libro, abbiamo affrontato la pestilenza del 1630 e esplorato i regni ultratterrenti dell’Inferno, del Purgatorio e del Paradiso; siamo fuggiti dall’incendio di Atlanta e abbiamo tremato di rabbia e di frustrazione insieme Hans Schwarz. Eravamo tutti con il fiato mentre Harry Potter si muoveva tra i corridoi del labirinto magico e la stessa ansia l’abbiamo provata anni dopo varcando i confini di Panem e del distretto 12.
Leggendo non c’è mostro, pericolo o situazione da cui, solo chiudendo il libro, si possa fuggire ed è questa confortante scappatoia a rendere la lettura uno dei passatempi più avvincenti ed emozionanti che l’uomo abbia mai ideato.

Ma cosa succede quando il mostro è fuori dalle nostre porte e in ogni istante sentiamo l’eco di parole che ad oggi suonavano così lontane e assurde, quasi irreali?
Rilassarsi in questi giorni è tutt’altro che facile: basta accendere la televisione, sfogliare un quotidiano online o aprire i social per essere aggiornati sui dati di questa pandemia.
Alla luce di ciò, isolarci tra le pagine di un libro può darci la spiacevole sensazione di “estraneamento” e, che ci piaccia o no, ci costringe ad abbassare momentaneamente la guardia per concentrare la nostra attenzione e le nostre energie nell’esercizio della lettura.
Un altro grosso ostacolo alla lettura è rappresentato dal telelavoro: se infatti lo smart working ha rappresentato per molte aziende e lavoratori una conquista, dal punto di vista tecnologico e non solo, dall’altra ha catapultato centinaia di persone in una condizione in cui “staccare” e “disconnettersi” è ancora più difficile. Terminato l’orario d’ufficio, infatti, e con il computer già acceso e connesso, aprire le pagine dei social e iniziare a sfogliare la home e i post di Facebook e Instagram è un automatismo a cui è difficile sottrarsi.

Nonostante questi presupposti non proprio ideali, leggere può, e di fatto è, essere un ottimo modo per rilassarsi, scaricare la tensione e rendere più leggère queste giornate di isolamento forzato. Volete sapere il perché? Ecco qualche motivo.

1) UNA SCUSA PER USCIRE
Leggere è, come lo sport, un’attività che può essere svolta comodamente in casa seduti sul divano, ma anche all’aria aperta: basta infatti sistemare una sedia e un tavolino accanto alla finestra, o sul balcone, per potersi dedicare alla lettura senza rinunciare alla piacevole sensazione dell’aria e del sole sulla pelle e, sopratutto, senza doversi allontanare da casa!

2) BOOK&FITNESS
Contrariamente a quanto si crede, leggere non è affatto un passatempo da “secchioni” e “pesi mosca”. Pur non richiedendo particolare sforzo fisico, la lettura coinvolge tutto l’organismo in un esercizio di concentrazione e attenzione e, cosa da non sottovalutare, ha anche benefici per il fisico: mantenere la stessa posizione per diversi minuti e adottare una postura corretta fa bene ai muscoli, alla schiena e al petto.
Studiando e lavorando, infatti, è molto facile assumere posizioni sbagliate che, alla lunga, possono causare l’infiammazione della cartilagine dello sterno.

3) TUTTI PIÙ SOCIAL
Leggere migliora la nostra capacità di empatizzare con il prossimo e dà ottimi argomenti per iniziare una conversazione con il vicino. In questi giorni, in cui i contatti sono ridotti al minimo, è confortante poter parlare con qualcuno che riesce a capire e a partecipare alle nostre emozioni e, chi legge, è sicuramente avvantaggiato. I libri avvicinano anche sul web: in questi giorni, infatti, sono raddoppiati i gruppi di lettura, i profili instagram e le pagine Facebook che propongono argomenti e suggerimenti inerenti al mondo della letteratura.

4) SCACCIANOIA
In questi giorni, apparentemente tutti uguali, la noia è sempre in agguato: un buon libro è un ottimo diversivo e, a volte, può anche rappresentare l’occasione per conoscere nuovi hobby e iniziare a coltivare passioni e interessi prima sconosciuti.
L’accuratezza con cui gli scrittori descrivono le attività dei loro personaggi, ha più di una volta avvicinato i lettori a mondi e passatemi nuovi come la pittura, la musica, il giardinaggio o la cucina.

5) CE LA FAREMO
I libri sono una fonte di speranza: a dispetto di quanto drammatiche siano le situazioni e le sfide affrontate dai protagonisti, leggendo si alimenta la speranza che, alla fine, tutto andrà per il meglio e che le cose torneranno com’erano.
Leggere, in un momento come questo, non è quindi un modo per fuggire dalla realtà, ma piuttosto un esercizio a guardare con ottimismo alla difficile situazione che stiamo affrontando coltivando la certezza che, un giorno, tutto questo finirà e potremo tornare alla vita di tutti i giorni.

*Jo

Fiori, volti, emozioni – I vincitori

Si è conclusa domenica la seconda edizione del concorso fotografico “Fiori, volti, emozioni”.
Anche quest’anno ci sono stati diversi partecipanti, che hanno contribuito con i loro scatti a riempire la pagina di boccioli, pagine e sorrisi.
La competizione è stata vinta da Devyani Berardi, con un totale di 69 punti, seguita dallo scatto di Annrose Jones, con 68 punti, mentre il terzo posto è stato occupato dagli scatti di Rossana Omodeo Zorini e Unvialealberato, entrambi medaglia di bronzo con 67 punti.
Il premio del pubblico è andato a Rachele Spanu che ha ottenuto il maggior numero di “mi piace”.

Potete trovare le foto che hanno partecipato al concorso sul nostro sito o sulla nostra pagina Facebook nell’apposito album.

*Jo

18446690_1026926734111013_7194458264823192253_n

FIORI, VOLTI, EMOZIONI – SECONDA EDIZIONE

Sulla pagina la competizione legata al contest fotografico Fiori, Volti, Emozioni – Seconda Edizione è entrata nel vivo! Le foto partecipanti sono state caricate e le votazioni sono già cominciate.

Ovviamente anche voi potete partecipare! Di seguito troverete le foto in gara e cliccando su di esse potrete aprirle direttamente e votarle sulla nostra pagina Facebook.

alastor Maverick 1 giusta

Foto di Alastor Maverick

Alastor Maverick 2 giusta

Foto di Alastor Maverick

Giulia De Biasio Giusta

Foto di Giulia De Biasio

Mia 1 prova

Foto di Rossana Omodeo Zorini

Mia 2 giusta

Foto di Rossana Omodeo Zorini

Rachele Spanu 1 giusta

Foto di Rachele Spanu

Rachele Spanu 2 giusta

Foto di Rachele Spanu

Rita di Terlizzi giusta

Foto di Rita Di Terlizzi

Sofia montanari giusta

Foto di Sofia Montanari

Un Viale alberato 1 giusta

foto di Unvialealberato.blogspot

Un viale alberato 2 giusta

Foto di Unvialealberato.blogspot

Annrose 1

Foto di Annrose Jones

annrose 2

Foto di Annrose Jones

Devyani 1

Foto di Devyani Berardi

Devyani 2

Foto di Devyani Berardi

II EDIZIONE DEL CONCORSO “Fiori, volti, emozioni”


Anche quest’anno torna il concorso fotografico a premi della pagina “Arcadia, lo scaffale sulla laguna” in occasione della primavera.
Anche quest’anno il tema del concorso sono i fiori, i lettori e le emozioni che i libri riescono a darci.
I partecipanti possono gareggiare con al massimo due foto che devono rispettare queste regole:

– In ogni immagine deve comparire almeno una PERSONA (non è importante che le si veda il volto), un FIORE o una PIANTA e un LIBRO.
– il fotomontaggio è consentito ma solo se leggero e se funzionale al miglioramento della foto.
– La foto deve essere scattata da voi (l’autoscatto è consentito).
– Non si possono ritrarre minori.
– I soggetti fotografati devono scrivere un messaggio alla pagina ed esprimere il loro consenso alla pubblicazione della foto.
– Le foto DEVONO ESSERE INVIATE TRAMITE MESSAGGIO ALLA PAGINA, per qualsiasi problema lo staff resta a disposizione per chiarimenti e aiuti.

Le foto che non rispetteranno questi punti verranno squalificate immediatamente.

PER PARTECIPARE
– Bisogna essere fan della pagina
– Le foto possono essere inviate alla pagina dal 24 marzo 2017 al 24 aprile 2017.

 

IL VINCITORE

– Il vincitore verrà scelto dai partecipanti che dovranno dare ad ogni foto un voto da 1 a 10, la foto che otterrà più “likes” verrà premiata con il “premio del pubblico”.
– TUTTI I PARTECIPANTI DEVONO VOTARE LE FOTO IN GARA O SARANNO SQUALIFICATI.
– Il vincitore sarà proclamato domenica 30 aprile ed entro quella data si potrà ancora votare la propria foto preferita.
– Il premio messo in palio è un libro, ma le spese di spedizione sono A CARICO DEL VINCITORE (eventualmente ci si può accordare per una consegna a mano).

Lo staff di “Arcadia, lo scaffale sulla laguna” resta a vostra disposizione per qualsiasi domanda e augura a tutti voi buona fortuna!

Link diretto all’evento:
https://www.facebook.com/events/170286163488587/

17362698_987267624743591_3104987274585065863_n

Un racconto nel cassetto – Aggiornamento 2

A poche ore dalla fine delle votazioni il nostro podio vede ancora in testa “Il lato nascosto”, seguito da “La morte del re” e “L’amante veneziano”.
Fuori dal podio si trovano con un leggerissimo distacco “La regina delle rose”, “I 1000 e 1 giorni della senilità” e “L’amore non si compra” e “L’orma”.
Vi ricordo che avete tempo fino alle 20 di questa sera per votare il vostro racconto preferito sulla nostra pagina e su questo sito, dove i punti saranno importanti in caso di spareggio.

14238150_856778567792498_8631319585171994566_n

 

14238215_856780687792286_42268827668358766_n

Un racconto nel cassetto – Aggiornamento

Le votazioni del concorso procedono e a metà settimana la nostra classifica vede in testa “Il lato nascosto” con 14 punti, seguito a ruota da “La morte del re” e a pari merito in terza posizione i racconti “La regina delle rose”, “I 1000 e 1 giorni della senilità” e “L’amore non si compra”; al momento restano fuori dal podio “L’amante veneziano” e “L’orma”, ma tutto può ancora succedere e i prossimi giorni potrebbero portare a colpi di scena improvvisi.
Vi ricordiamo che avete tempo fino a domenica per votare il vostro racconto preferito in pagina, utilizzando il pulsante “like” di Facebook, o mettendo “mi piace” ai racconti che trovate anche qui sul nostro sito, dove potete anche lasciare una vostra recensione.

podio

Un racconto nel cassetto I° EDIZIONE

1462374077569.jpg

Per festeggiare i 200 fan della pagina Arcadia: lo scaffale sulla laguna, è stato indetto un concorso di scrittura che andrà avanti per tutta l’estate! Per partecipare bisognerà seguire alcune semplici regole.

PER PARTECIPARE
– Bisogna essere fan della pagina
– I componimenti possono essere inviati all’indirizzo e-mail arcadia.loscaffale@gmail.com

REGOLAMENTO
– I componimenti sono a tema libero.
– Ogni autore può partecipare con UN SOLO scritto.
– I componimenti in gara devono essere inviati all’indirizzo e-mail arcadia.loscaffale@gmail.com
Testi inviatici con modalità differenti SARANNO IMMEDIATAMENTE SQUALIFICATI.
– Volgarità, bestemmie, blasfemia, pornografia, contenuti che incitano l’odio, la violenza, il razzismo, la discriminazione e la pedofilia SARANNO IMMEDIATAMENTE SQUALIFICATI.
– Gli elaborati devono rispettare la seguente formattazione:
CARATTERE: arial
GRANDEZZA: 12
INTERLINEA: 1,5
– I componimenti, formattati come indicato, NON devono superare le 5 cartelle ( pagine).
– Gli autori acconsentono , partecipando al concorso, alla pubblicazione del loro scritto sulla pagina Facebook “Arcadia, lo scaffale sulla Laguna” e sull’omonimo sito web.
– Il termine ultimo, INDEROGABILE, per inviare il proprio elaborato è fissato per SABATO 3 SETTEMBRE 2016.

IL VINCITORE
– Ogni scritto verrà pubblicato in pagina e nel sito insieme alla foto ufficiale del concorso.
– Il vincitore verrà scelto in base ai “likes” che otterrà il proprio elaborato, in caso di pareggio vi sarà lo spareggio tra i finalisti.
– Il vincitore sarà proclamato DOMENICA 11 SETTEMBRE 2016.
– Il premio messo in palio è un quaderno, ma le spese di spedizione sono A CARICO DEL VINCITORE (eventualmente ci si può accordare per una consegna a mano).

COMPRARE LIKE O BARATTARLI SU GRUPPI DI SCAMBIO E’ SEVERAMENTE VIETATO.
Lo staff di Arcadia provvederà, durante le votazioni, ad assicurarsi che le condivisioni delle foto siano regolari e, in caso contrario, il componimento in questione SARA’ ELIMINATO e SQUALIFICATO.
La nostra pagina non è una vetrina né un talent scout in cui mettersi in mostra.
Chi partecipa deve aver voglia di mettersi in gara giocare e divertirsi in compagnia.

Lo staff di “Arcadia, lo scaffale sulla laguna”, resta a vostra disposizione per qualsiasi dubbio ed augura a tutti voi buona fortuna!

https://www.facebook.com/events/1273373222691050/

I EDIZIONE DEL CONCORSO “Fiori, volti, emozioni”

“Fiori, volti, emozioni”
Concorso fotografico a premi della pagina “Arcadia, lo scaffale sulla laguna”.Il tema del concorso sono, come si evince dal titolo, i fiori, i lettori e le emozioni che i libri riescono a darci.
I partecipanti possono gareggiare con al massimo due foto che devono rispettare queste regole:– In ogni immagine deve comparire almeno una PERSONA (non si deve vedere per forza il viso, basta anche solo una mano), un FIORE o della vegetazione e un LIBRO.
– il fotomontaggio è consentito ma solo se leggero e se funzionale al miglioramento della foto.
– La foto deve essere scattata da voi (l’autoscatto è consentito).
– Non si possono ritrarre minori.
– I soggetti fotografati devono scrivere un messaggio alla pagina ed esprimere il loro consenso alla pubblicazione della foto.

Le foto che non rispetteranno questi punti verranno squalificate immediatamente.

PER PARTECIPARE
– Bisogna essere fan della pagina
– Le foto possono essere inviate alla pagina (trovate il link sotto l’immagine) dal 24 marzo 2016 al 24 aprile 2016.

IL VINCITORE

Il vincitore verrà scelto in base ai “likes” che otterrà la sua foto, in caso di pareggio vi sarà lo spareggio tra le due foto finaliste.
Il vincitore sarà proclamato mercoledì 27 aprile ed entro quella data si potrà ancora votare la propria foto preferita.
Il premio messo in palio è un libro, ma le spese di spedizione sono A CARICO DEL VINCITORE (eventualmente ci si può accordare per una consegna a mano).

Lo sfaff di “Arcadia, lo scaffale sulla laguna” augura a tutti voi buona fortuna!

10462872_766400670163622_2588675803370410016_n