Segni-libri: dodici libri per dodici segni zodiacali.

Il nuovo anno porta sempre con sé qualche novità, e si spera sempre che siano belle. Per noi lettori, in particolare, l’inizio di un nuovo anno significa anche avere davanti 12 mesi per leggere tutte le pagine di cui abbiamo bisogno per mettere la nostra sete di letture a tacere.
Ma, c’è sempre un ma: la possibilità di scegliere male un libro è sempre dietro l’angolo!
In questi casi, l’astrologia può venire in nostro soccorso e aiutarci a scegliere una nuova entusiasmante lettura a seconda di quello che le caratteristiche del nostro segno ci “prescrivono”.
Per questo, abbiamo deciso di dedicare una booktag ai segni zodiacali e alle loro principali caratteristiche, un po’ per ridere insieme a voi e un po’ sperando di suggerirvi qualche titolo interessante.

E voi, lettori, di che segno siete?

1. #ARIETE – Un personaggio, reale o inventato, di cui hai letto e che consideri eroico.
VOLPE: Sophie Scholl e i ragazzi della Rosa Bianca, di cui ho letto in La rosa bianca, Di Inge Scholl
JO: Claus von Stauffenberg di cui ho letto in Obiettivo Hitler di Joachim Fest

2. # TORO – Il libro più lungo che tu abbia mai letto
VOLPE: L’apprendista assassino, di Robin Hobb
JO: Resurrezione di Lev Tolstoj

3. #GEMELLI – Un libro che parla di viaggi
VOLPE: Viaggio al centro della terra, di Jules Verne
JO: I fidanzati dell’inverno di Christelle Dabos

4. #CANCRO – Un libro che ti ha commosso
VOLPE: Mio fratello rincorre i dinosauri di Giacomo Mazzariol
JO: Educazione siberiana di Nikolai Lilin

5. #LEONE– Un libro donato (ricevuto o regalato)
VOLPE: Sarà Vero. Falsi, sospetti e bufale che hanno fatto la storia di Errico Buonanno, un libro che mi è stato regalato questo Natale e che non vedo l’ora di leggere!
JO: Le memorie di Babel di Christelle Dabos

6. #VERGINE – Un libro il cui titolo inizia e finisce con la stessa lettera
VOLPE: I coraggiosi saranno perdonati, di Chris Cleave
JO: Il linguaggio segreto dei fiori di Vanessa Diffenbaugh

7. #BILANCIA – Un libro che hai acquistato per la copertina
VOLPE: E’ raro che io acquisti o legga libri solo a causa della copertina… non me ne viene in mente nessuno!
JO: Il priorato dell’albero delle arance di Samantha Shannon

8. #SCORPIONE – Un libro su cui eri, o sei, scettico
VOLPE: Tanti piccoli fuochi, di Celeste Ng. Ho cominciato questo libro con aspettative molto alte e arrivata alla fine ero e sono un po’ confusa. Non posso dire che non mi sia piaciuto, ma non riesco neanche a dire di averlo adorato.
JO: Il circo della notte di Erin Morgenstern

9. #SAGITTARIO – Un libro che regaleresti a un bambino
VOLPE: Noi siamo tempesta, di Michela Murgia
JO: Zanna Bianca di Jack London

10. #CAPRICORNO – Un saggio o un manuale che hai letto per tuo interesse personale
VOLPE: Quattro conversazioni sull’Europa, di Philippe Daverio
JO: Testimone nel fuoco di Peter Steinbach

11. #ACQUARIO – Un libro da cui è stato tratto un film o una serie TV negli ultimi 5 anni
VOLPE: La spada del destino, Andrzej Sapkowski
JO: Suite Francese di Irene Nemirovsky

12. #PESCI – Un libro con un mistero da risolvere
VOLPE: L’Annusatrice di libri, di Desy Icardi
JO: Il principe della nebbia di Carlos Ruiz Zafon

*Volpe&Jo

Il circo della notte

IL CIRCO DELLA NOTTE

Autore: Erin Morgenstern
Casa editrice: Rizzoli
Anno: 2012

.: SINOSSI :.

Appare così, senza preavviso. La notizia si diffonde in un lampo, e una folla impaziente già si assiepa davanti ai cancelli, sotto l’insegna in bianco e nero che dice: “Le Cirque des Rèves. Apre al crepuscolo, chiude all’aurora”. È il circo dei sogni, il luogo dove realtà e illusione si fondono e l’umana fantasia dispiega l’infinito ventaglio delle sue possibilità. Un esercito di appassionati lo insegue dovunque per ammirare le sue straordinarie attrazioni: acrobati volanti, contorsioniste, l’albero dei desideri, il giardino di ghiaccio,.. Ma dietro le quinte di questo spettacolo senza precedenti, due misteriosi rivali ingaggiano la loro partita finale, una magica sfida tra due giovani allievi scelti e addestrati all’unico scopo di dimostrare una volta per tutte l’inferiorità dell’avversario. Contro ogni attesa e contro ogni regola, i due giovani si scoprono attratti l’uno dall’altra: l’amore di Marco e Celia è una corrente elettrica che minaccia di travolgere persino il destino, e di distruggere il delicato equilibrio di forze a cui il circo deve la sua stessa esistenza.

.: IL NOSTRO GIUDIZIO :.

Ero scettica riguardo a questo romanzo che, leggendo la sinossi, prometteva un copione già visto e un intreccio caratterizzato da quegli espedienti narrativi tipici degli YA.
Fortunatamente i miei preconcetti sono stati demoliti e la lettura si è rivelata particolarmente piacevole e coinvolgente.
Lo stile non è dei più pomposi e non lascia troppo spazio a quegli arabeschi letterari che trasformano una buona prosa in poesia: è essenziale, ma questa sua avidità di parole non offende le descrizioni che riescono a trasmettere con precisione e magia le immagini, che l’autrice accosta componendo una galleria di istantanee ora del circo, con i suoi tendoni e le mille mirabolanti distrazioni, ora dei palazzi e delle ville che fanno da contorno all’ambientazione principale.
La vicenda ruota, come anticipato dalla sinossi, intorno a Marco e Celia, due apprendisti impegnati in una sfida magica destinata a non finire mai; a cui fanno da cornice una serie di altri personaggi che, a tratti, sembrano derubare i due protagonisti del loro ruolo di rilievo aggiungendo così elementi interessanti alla trama e permettendo così al lettore di affezionarsi anche a quelli che, diversamente, sfilerebbero in silenzio tra le pagine del romanzo come semplici comparse senza arte né parte.

Il voto che mi sento di dargli è 8,5/10.
Alcuni capitoli, per quanto piacevoli e scorrevoli, mi sono sembrati ridondanti e ripetitivi, tuttavia questo “difetto” (se così si può chiamare) si è fatto perdonare quando, giunta ai capitoli conclusivi, ogni capitolo e descrizione si è rivelata funzionale alla sfida e alla muta corrispondenza che i protagonisti paiono scambarsi per tutto il corso del romanzo.
Consiglio questo romanzo a chi è alla ricerca di una storia con il sapore agrodolce di una favola un po’ noir: l’età dei protagonisti, che nei capitoli conclusivi sono quasi trentenni, rende la narrazione apprezzabile tanto ai giovani lettori quanto a chi non è più un ragazzino ma non vuole rinunciare a qualche ora di fantasia.
A chi volesse dare a questo romanzo una possibilità, consiglio vivamente di non lasciarsi ingannare dalla collocazione che potrebbe avere nella libreria (dove l’ho comprato io era nella letteratura per bambini!): i temi e l’ambientazione, così come la sinossi, rischiano infatti di banalizzare una storia che, lungi dall’essere un fantasy YA come quelli a cui siamo avvezzi, è indicata per lettori dai 20 anni in su.

*Jo

Book Challenge – 19 libri per il 2019

booktagbanner2019

L’anno nuovo è già iniziato, ma siamo ancora in tempo per i buoni propositi! In questo articolo, vi mostreremo 19 libri che siamo intenzionati a leggere nel 2019: ci riusciremo? Lo scopriremo solo il prossimo 31 dicemebre, intanto fateci sapere quali sono i 19 libri che volete assolutamente leggere quest’anno!

Per non creare una lista infinita, abbiamo deciso di scegliere 9 libri a testa dalle nostre liste + 1 presente nella top19 di entrambe.

Lettura in comune:
1. Babylon-Berlin di Volker Kutscher

Volpe:
1. Le nebbie di avalon di Marion Zimmer Bradley
2. Mordred di Nancy Springer
3. Il custode dei draghi di Robin Hobb
4. A ciascuno il suo di Leonardo Sciascia
5. Gli amici silenziosi di Laura Purcell
6. La ferrovia sotterranea di Colson Whitehead
7. Letteratura palestra di libertà di George Orwell
8. Auslander di Paul Dawswell
9. Obsidio di Amie Kaufman 

Jo:
1. Metro 2035 di Dmitry Glukhovsky
2. La città degli orsi di Fredrik Backman
3. Demien di Hermann Hesse
4. Il labirinto degli spiriti di Carlos Ruiz Zafón
5. Il cerchio di Dave Eggers
6. La caduta di Gondolin di J.R.R. Tolkien
7. La prova di Agota Kristof
8. Le notti bianche di Fëdor Dostoevskij
9. Il segreto della libreria sempre aperta di Robin Sloan