La mamma è sempre la mamma~ Booktag

Non bastano le parole per dire ad una madre, sia essa di sangue o meno, quanto sia importante per noi. Le madri ci sono sempre e ogni giorno si impegnano per regalare alla loro famiglia una vita serena, felice.
Per festeggiare con voi, abbiamo deciso di creare una booktag a tema “madri della letteratura” per coinvolgervi in un gioco da fare da soli o in coppia. Alda Merini, Agatha Christie, Mary Shelley e tutte le grandi autrici che animano la nostra booktag sono donne che hanno dato tanto, e che continuano a dare moltissimo, a tutti i loro lettori.
Divertitevi!

1. #ALDAMERINI- una raccolta di poesie
VOLPE: Poesie, Emily Dickinson
JO: I fiori del male di Charles Baudelaire

2.#AGATHACHRISTIEun romanzo in cui viene commesso almeno un omicidio
VOLPE: Aristotele e l’anello di bronzo di Margaret Doody
JO: Le origini del potere di Alessandra Selmi

3. #NAMINAFORNA- un romanzo con un’ambientazione esotica/orientale
VOLPE: Io, Tituba, strega nera di Salem di Maryse Condé
JO: L’ultimo cacciatore di libri di Matthew Pearl

4. #SIMONEDEBEAUVOIR – un saggio
VOLPE: Le sante dello scandalo di Erri De Luca
JO: Contro l’impegno di Walter Siti

5. #DIANAGABALDON- un romanzo storico
VOLPE: Una giuria di sole donne di Susan Glaspell
JO: Il cavaliere del giglio di Carla Maria Russo

6. #JKROWLING- un romanzo fantasy
VOLPE: Sei di Corvi di Leight Bardugo
JO: I fidanzati dell’inverno di Christelle Dabos

7. #MARYSHELLEY- un romano gotico
VOLPE: Cronache dalla val Lemuria di Cristiano Demicheli
JO: Dracula di Bram Stoker

8. #BEATRIXPOTTER- una romanzo che hai letto da piccol*
VOLPE: Harry Potter: la saga di J.K. Rowling
JO: Matilda di Roald Dhal

Pagine e padri ~ Booktag

Per festeggiare tutti i papà del mondo, abbiamo deciso di creare una booktag a tema padri della letteratura.
Dante Alighieri, William Shakespeare, Sir Arthur Conan Doyle e tutti gli altri autori che hanno ispirato le nostre domande sono uomini che hanno dato tanto, e che continuano a dare moltissimo, a tutti i loro appassionati lettori. Per questo, abbiamo deciso di portarli qui in rappresentanza simbolica di tutti i papà che ogni giorno si impegnano per la loro famiglia e per portare un sorriso sui volti dei loro cari.
Ci sono volte in cui non sono pronti ed altre in cui non hanno legami di sangue, ma il cuore di un padre supera tutte le difficoltà e annulla qualsiasi differenza.

1. #DANTEALIGHIERI- una raccolta di poesie
VOLPE: ogni volta che mi baci muore un nazista di Guido Catalano
JO: Poesie d’amore di Hermann Hesse

2. #SIRARTHURCONANDOYLE- un romanzo in cui viene commesso almeno un omicidio
VOLPE: il diavolo è l’acqua scura di Stuart Turton
JO: Assassinio sull’Orient Express di Agatha Christie

3. #EMILIOSALGARI- un romanzo con un’ambientazione esotica/orientale
VOLPE: Balzac e la piccola sarta cinese di Sijie Dai
JO: La città di Ottone di S. A. Chakraborty

4. #WILLIAMSHAKESPEARE – un testo teatrale
VOLPE: Re Lear di William Shakespeare
JO: L’odore assordante del bianco di Stefano Massini

5. #VALERIOMASSIMOMANFREDI- un romanzo storico
VOLPE: I leoni di Sicilia di Stefania Auci
JO: I Viceré di Federico De Roberto

6. #MICHAELENDE- un romanzo fantasy
VOLPE: Il mezzo Re di  Joe Abercrombie
JO: Lo hobbit di J.R.R. Tolkien

7. #BRAMSTOKER- un romano gotico
VOLPE: L’abbazia di Northanger di Jane Austen
JO: Dracula di Bram Stoker

8. #ANTOINEDESAINTEXUPERI- una romanzo che hai letto da piccol*
VOLPE: Le streghe di Roald Dhal
JO: Matilda di Roald Dhal

*Volpe&Jo

Women’s books ~ Booktag

L’8 marzo, giornata internazionale della donna, è da sempre una data importante. A volte scambiata per una festa, deve essere l’occasione per ragionare su temi sociali importanti che purtroppo ancora coinvolgono le donne come ad esempio la disparità salariale o di assunzione.
Oggi vogliamo proporvi un gioco: una booktag a tema donne. La sfida è quella di trovare solo romanzi in cui le donne la fanno da padrone o, se questo non è possibile, scritti da donne.

1. #SORELLEBRONTE- un romanzo con una bella storia d’amore
VOLPE: Pomodori verdi fritti al caffè di whistle stop, Fannie Flagg
JO: non pervenuto

2. #MICHELAMURGIA- un romanzo con tematiche sociali
VOLPE: Ragazze elettriche di Naomi Alderman
JO: Il principe di Niccolò Machiavelli

3. #JKROWLING- un romanzo fantasy
VOLPE: Il mago di terramare di Ursula Leguin
JO: Fidanzati dell’inverno di Christelle Dabos

4. #ANNERICE – un romanzo gotico
VOLPE: Cose che succedono la notte di Peter Cameron
JO: Il principe Lestat di Anne Rice

5. #SUSANNATAMARO- un libro che hai letto da piccol*
VOLPE: Nina la bambina della sesta luna, di Moony Witcher
JO: Ascolta il tuo cuore di Bianca Pitzorno

6. #MARINAMARAZZA- un romanzo storico
VOLPE: L’ombra di Caterina di  Marina Marazza
JO: La regina di sangue di Joanna Courtney

7. #CAMILLALACKBERGun romanzo giallo
VOLPE: L’imprevedibile piano della scrittrice senza nome di Alice Basso
JO: L’imprevedibile piano della scrittrice senza nome di Alice Basso

8. #ISABELLEALLENDE- una biografia
VOLPE: Io, Caterina di Francesca Riario Sforza
JO: La bastarda degli Sforza di Carla Maria Russo

*Jo&Volpe

What’s your aesthetics? ~ Booktag

Un tempo ne facevamo tantissimi poi, chissà come mai, abbiamo smesso.
Ci é venuta voglia di rifarli e questo é il primo di una lunga serie!

1. #PRINCESSCORE – un libro con corona in copertina
VOLPE: La principessa testarda e il principe pezzato, Robin Hobb
JO: non pervenuto

2. #PIRATECORE – un libro ambientato su una nave o in cui compaiono i pirati
VOLPE: Il mezzo re di Joe Abercrombie, oppure Il Diavolo e l’acqua scura di Stuart Turton
JO: L’ultimo cacciatore di libri di Matthew Pearl

3. #DARKACADEMIA – un libro dai toni cupi
VOLPE: Northanger Abbey di Jane Austen
JO: La quattordicesima lettera di Claire Evans

4. #COTTAGECORE – un romanzo della tua comfort zone
VOLPE: Piranesi di Susanna Clarke
JO: domanda di riserva per chi non ha una comfort zone?

5. #WITCHCORE – un romanzo in cui ci sono streghe, vere o presunte
VOLPE: Io,Tituba, strega nera di Salem di Maryse Condé
JO: Il libro della vita e della morte di Deborah Harkness

6. #ADVENTURECORE – un libro con un animale feroce in copertina
VOLPE: Le cronache di Narnia di  C.S. Lewis
JO: Il dono del lupo di Anne Rice

7. #SPACECORE – un romanzo ambientato nel futuro
VOLPE: Radicalized di Cory Doctorow
JO: Dune di Frank Herbert

8. #HOLOSEXUAL – un libro con la copertina multicolor (se olografica meglio)
VOLPE: Ragazza, donna, altro di Bernardine Evaristo
JO: Sono una persona triste che compra libri con copertine tristi

9. #HORRORACADEMIA – un libro angosciante
VOLPE: Cose che succedono la notte di Peter Cameron
JO: Radicalized di Cory Doctorow

Girl Power ~ Booktag

Marzo è arrivato e, assieme all’aria di primavera, ha portato con sé anche qualche appuntamento importante tra i quali spicca la giornata internazionale della donna.
In onore di questa festività, che celebra i diritti che le donne hanno conquistato ma che ricorda anche tutti i soprusi che hanno dovuto, e purtroppo, continuano subire, noi di Arcadia abbiamo pensato per voi una Booktag tutta al femminile.

1. #LESLIE: La ladra di libri – Un libro che parla di libri
VOLPE: L’annusatrice di libri di Dasy Icardi! Un libro che parla dei romanzi, di libri misteriosi e del potere della lettura.
JO: Il segreto della libreria sempre aperta di Robin Sloan

2. #HERMIONE GRANGER: Harry Potter – Un libro sull’importanza della cultura
VOLPE: Fahrenheit 451, Ray Bradbury. Non so perché, ma ho la sensazione che Hermione approverebbe questa scelta.
JO: Letteratura palestra di libertà di George Orwell

3. #WENDY DARLING: Le avventure di Peter Pan – Un personaggio femminile che adoravi da piccolo
VOLPE: Luna Lovegood era il mio personaggio preferito della saga di Harry Potter, quando ero piccola!
JO: Forse, Matilde: l’eroina dell’ononimo romanzo di Dahl.

4. #EPONINE – Un romanzo che denuncia un’ingiustizia
VOLPE: Noi siamo tempesta di Michela Murgia. Ingiustizia, ma anche e soprattutto riscatto!
JO: Noi siamo infinito di Stephen Chbosky: dietro alla trama da romanzo per ragazzi si nasconde una storia di abusi.

5. #ANASTASIA STEELE: 50 Sfumature di grigio – Un romanzo che preferiresti NON aver letto
VOLPE: After, di Anna Todd.
JO: Solo un libro è stato davvero “tempo sprecato”: errori di battitura nel testo, tematiche e preconcetti triti e ritriti, …; davvero un’occasione sprecata. Tra le mie recensioni lo troverete di sicuro.

6. #JO MARCH: Piccole donne – La tua eroina preferita
VOLPE: In tutta sincerità, non credo di avere un’eroina preferita. Di recente mi sono piaciute molto, come personaggi, sia Inej sia Nina da Sei di Corvi, di Leigh Bardugo. Anche Maude in Robin Hood di Alexandre Dumas ha il suo perché: furba come una volpe!
JO: sembrerò banale, ma è proprio Jo March di Piccole donne della Alcott.

7. #ELIZABETH BENNET– Un’autrice che non conoscevi ma che ti ha stupito
VOLPE: Robin Hobb, che è entrata subito nel giro dei miei autori preferiti
JO: di solito, prima di prendere un libro, lo leggiucchio e ci penso bene quindi è raro che io resti “sorpresa” considerato come mi approccio ad un testo.

Kiss&Read~ Booktag di San Valentino

San Valentino, la festa degli innamorati! Una buona occasione per passare una giornata con la propria metà, oppure da soli ad abbuffarsi di cioccolata (ormai in sconto) e a leggere un buon libro.
Per festeggiare a modo nostro, abbiamo deciso di dedicare a questa giornata un po’ speciale una Booktag. Consigliamo di compilarla in coppia!

1. #BACIO – Il libro dove hai letto il bacio più bello
VOLPE: Il Sognatore di Laini Taylor, le sue descrizioni sono talmente belle!
JO: Non saprei proprio.

2. #ABBRACCIO – Una storia che ti ha scaldato il cuore
VOLPE: Promettimi che ci Sarai, Carol rifa Brunt
JO: Promettimi che ci Sarai, Carol rifa Brunt

3. #TENERSI PER MANO – Un libro che rileggeresti volentieri
VOLPE: Il giorno della Civetta di Leonardo Sciascia
JO: Di solito non rileggo i libri: ci ho provato, ma mi annoia.

4. #ROSA – Un libro con la copertina rossa
VOLPE: Leggere Lolita a Teheran di Azar Nafisi
JO: Lo Hobbit di Tolkien

5. #SCATOLA DI CIOCCOLATINI – Un libro che vorresti ricevere in regalo
VOLPE: Non ne ho nessuno in mente, a dire la verità!
JO: Il museo delle promesse infrante di Elizabeth Buchan

6. #CAREZZE – Un libro che ti ha tenuto compagnia in momenti di tristezza
VOLPE: La tua seconda vita comincia quando capisci di averne una sola di Raphaelle Giordano
JO:Non saprei!

7. #CENA ROMANTICA – Un libro che ti ha sorpreso
VOLPE: La macchina del vento di Wu Ming 1, Ancora più bello di quanto potessi immaginare!
JO: Il circo della notte di Erin Morgenstern

Brividi e libri ~ Booktag

La stagione fredda è alle porte, ma le temperature decisamente più rigide non sono le uniche a causare brividi occasionali o a far venire la pelle d’oca ai lettori.
In questa “mostruosa” booktag abbiamo deciso di abbinare ai mostri più famosi e temuti i titoli presenti sul nostro scaffale.

1. #STREGA – Un libro che hai acquistato a “scatola chiusa”.
VOLPE: Scontro di civiltà per un ascensore a Piazza Vittorio, di Amara Lakhous. E’ quello che ho trovato prendendo uno dei libri impacchettati in libreria!
JO: Il circo della notte di Erin Morgenstern

2. # VAMPIRO – Un libro che ha la parola “morte” o “sangue” nel titolo
VOLPE: Sangue e neve ,di Jo Nesbo
JO: Bianca come il latte, Rossa come il sangue di Alessandro D’Avenia: probabilmente ne ho letti anche altri, ma al momento mi viene in mente solo questo.

3. #LUPO MANNARO – Un libro in cui è presente un animale feroce
VOLPE: Viaggio al centro della terra, di Jules Verne
JO: Il mastino dei Baskerville di Sr. Arthur Conan Doyle, letto quando ero ancora alle medie e ancora ricordo la descrizione del cane!

4. #FANTASMA – Un libro in cui hai letto la morte più raccapricciante
VOLPE: Il grande inverno di George Martin
JO: Lascia dire alle ombre di Jess Kidd

5. #ZOMBIE– Un libro in cui hai trovato molti errori di battitura
VOLPE: “Troppi” da nessuna parte… mi ricordo che ne trovai qualcuno in Tanti piccoli fuochi, di Celeste Ng, ma niente di insopportabile!
JO: Vodka&Inferno – La morte fidanzata di Penelope delle Colonne: davvero troppi “orrori” di battitura.

6. #POLTERGEIST – Un libro che hai abbandonato, ma che vorresti finire
VOLPE: I coraggiosi saranno perdonati ,di Chris Cleave
JO: Uno solo? Allora dico Le notti di Villjamur di Mark Charan Newton

7. #UOMO NERO – Un libro che non leggeresti mai perché incentrato sulle tue fobie
VOLPE: Un qualsiasi libro che parli di serpenti… bleah!!!
JO: non avendo particolarmente in simpatia i clown non credo mi dedicherò mai alla lettura di IT di Stephen King

Storie d’autunno ~ Booktag

Le calde tonalità autunnali cominciano a colorare le nostre città e, per noi lettori, è finalmente arrivata la stagione in cui gustare le nostre letture preferite accompagnate da una tazza di té.
Nella booktag che abbiamo preparato per festeggiare il ritorno dell’autunno, ci siamo divertite ad abbinare i titoli sui nostri scaffali alle foglie degli alberi.

1. #QUERCIA – Un libro che parla di una famiglia.
VOLPE: Mio fratello rincorre i dinosauri di Giacomo Mazzariol
JO: Promettimi che ci sarai di Carol Rifka Brunt

2. #ACERO – Un libro ambientato in luoghi selvaggi.
VOLPE: 2084 – la fine del mondo di Boualem Sansal
JO: La fine del mondo storto di Mauro Corona

3. #IPPOCASTANO – Un libro che fa parte di una saga.
VOLPE: L’apprendista assassino di Robin Hobb
JO: Raven Boys di Maggie Stiefvater

4. #PLATANO – Una lettura abbandonata.
VOLPE: I coraggiosi saranno perdonati di Chris Cleave, con la speranza di riprenderlo a breve!
JO: Metro 2035 di Dmitry Glukhovsky

5. #VITE – Un libro di cui vorresti vedere il film.
VOLPE: Il sognatore di Laini Taylor
JO: Fidanzati d’inverno di Christelle Dabos

6. #FICO – Il libro in cui hai letto scene “senza veli”.
VOLPE: La casa delle foglie rosse di Paullina Simons
JO: Il cavaliere d’inverno di Paullina Simons

7. #ABETE – Un classico “sempre verde”
VOLPE: Viaggio al centro della terra di Jules Verne
JO: Premesso che faccio molta fatica a definire quali libri siano o meno classici, consiglio Narciso e Boccadoro di Hermann Hesse

Harry Potter Booktag

1. #LA PIETRA FILOSOFALE – Un libro che ha per protagonista un orfano.
VOLPE: Hunger Games di Suzanne Collins
JO: Storia di una ladra di libri di Mark Zusak

2. # LA CAMERA DEI SEGRETI – Un libro in cui c’è un segreto da svelare o un mistero da risolvere.
VOLPE: Una storia semplice di Leonardo Sciascia
JO: L’ultimo cacciatore di libri di Matthew Pearl

3. #IL PRIGIONIERO DI AZKABAN – Un libro in cui si denuncia un’ingiustizia.
VOLPE: Fahrenheit 451 di Ray Bradbury
JO: Il buio oltre la siepe di Harper Lee

4. #IL CALICE DI FUOCO – Un libro in cui il protagonista deve affrontare numerose sfide.
VOLPE: Illuminae di Amie Kaufman
JO: Metro 2033 di Dmitry Glukhovsky

5. #L’ORDINE DELLA FENICE – Un libro che ha per protagonista un gruppo di amici.
VOLPE: Il mezzo Re di Joe Abercrombie
JO: Lo Hobbit di J.R.R. Tolkien

6. #IL PRINCIPE MEZZOSANGUE – Il libro in cui hai letto la morte più tragica.
VOLPE: L’eleganza del riccio di Muriel Barbery
JO: Suite Francese di Irene Nemirovsky

7. #I DONI DELLA MORTE – La saga che avresti voluto non finisse mai.
VOLPE: Mi tocca essere scontata e dire la saga di Harry Potter…
JO: Non essendo un’amante delle saghe non so che romanzi nominare

Around the World Booktag | Special guests

L’estate è finalmente arrivata e, per molti, si avvicina il momento di fare le valigie e godersi il viaggio pianificato durante i mesi di lavoro invernale.
Come per per le preferenze letterarie, quando si parla di viaggi e mete turistiche l’opinione si divide tra chi sogna la montagna e chi il mare mare, tra gli amanti delle città d’arte e i patiti delle località tropicali dove dividersi tra giornate sulla spiaggia e suggestioni esotiche.

Per questa booktag “around the World” ci siamo divertite ad abbinare a 10 località sparse per il mondo alcuni libri sul nostro scaffale e, nel farlo, ci siamo fatte aiutare da un ospite speciale: Cristina; libraia e divoratrice di libri.
Biglietti e segnalibri alla mano iniziamo il nostro viaggio intorno al mondo!

1. #CANNES – Il libro che consiglieresti basandoti solo sul suo adattamento cinematografico
SHER: Hunger Games di Suzanne Collins; l’adattamento cinematografico mi aveva lasciata a bocca aperta, facendomi appassionare non solo ai personaggi ma alla trama in generale: purtroppo, il romanzo non ha avuto lo stesso effetto.
ANNROSE: Hunger Games di Suzanne Collins: contro ogni previsione, i film sono riusciti a rendere davvero bene questa trilogia.
CRISTINA: MindHunter. In realtà ho seguito in contemporanea serie tv e libro. Non si tratta di un romanzo ma, un saggio leggibile che ti spiega come si è arrivati a determinare la terminologia di “serial killer”. L’autore propone al lettore delle vicende atroci ma allo stesso tempo curiose, una caccia al killer… parliamo di grandi nomi Ted Bundy, Charles Manson, Ed Gein e molti altri.

2. #VENEZIA – Un libro di poesie
SHER: Poesia d’amore di Jacques Prevert; è il mio poeta preferito, quindi non avrei potuto scegliere niente di diverso.
ANNROSE:
Poesie d’amore di Herman Hesse.
CRISTINA: Foglie d’erba di Walt Whitman. A mio parere questo testo (che ha ricevuto dallo stesso autore varie modifiche negli anni aggiungendo parti che hanno segnato la vita di Whitman) è simbolismo allo stato puro.
Immaginate il corso di vita di una foglia: verde quando nasce, arancione quando invecchia, e marrone quando muore. Questa raccolta di poesia racchiude un quadro ciclico importante.
Non per questo, foglie d’erba viene menzionato in diverse trasposizioni cinematografiche, una per dire Breaking Bad, non vi dice nulla il nome del protagonista? Cercatelo, scrivetelo… scrivete solo sue iniziali.

3. #BAMBERGA – Un libro che narra le gesta di un cavaliere
SHER: Storia di Re Artù e dei suoi Cavalieri di Thomas Malory
ANNROSE: Il trono di spade di G.R.R. Martin.
CRISTINA: Con i cavalieri non vado molto d’accordo… vanno bene gli arcieri?
Tutto il ciclo di Candace Robb su Owen Archer. Il libro si intitola la rosa del farmacista. Periodo storico? Medioevo naturalmente.

4. #PRAGA – Un libro che ti ha fatto tremare di paura
SHER: Frankenstein di Mary Shelley; Ricordo bene di aver interrotto la lettura a causa degli incubi. Devo ammettere, però, che ero anche molto piccola quando mi sono approcciata a questo testo.
ANNROSE:
Il Principe Lestat di Anne Rice.
CRISTINA: Un libro che mi ha fatto tremare di paura… è difficile.
Devo tornare alla mia adolescenza… di primo acchito risponderei IT di Stephen King. L’immaginazione leggendo quel libro è tutto… soprattutto se hai 12 anni e abiti in un quartiere di Milano poco raccomandabile e pieno di tombini.
Aggiungerei anche Shirley Jackson (musa di King) diciamo che la paura nasce leggendo i suoi testi non tanto per l’argomentazione ma quanto per le sensazioni che scaturiscono nel lettore quando si rende conto che un’autrice degli anni ’16 crea uno stile gotico distopico incredibile e mai letto. Ragazzi vi assicuro che a me son venuti i brividi!

5. #RODI– Un classico che tutti dovrebbero leggere
SHER: 1984 di George Orwell; i temi trattati da Orwell si adattano perfettamente al mondo contemporaneo rendendo questo romanzo un evergreen.
ANNROSE:
L’amico ritrovato di Fred Ulman
CRISTINA: Giro di vite di Henry James.
Volevate un classico? Eccolo.
Volevate un mistery? Eccolo
Volevate un testo gotico? Perfetto!
Questo libro è il classico che non diresti mai… leggetelo e fatevi un regalo!

6. #GERUSALEMME – Un libro che tratta temi filosofici o religiosi
SHER: Letteratura palestra di libertà di George Orwell
ANNROSE:
Il cane, il lupo e Dio di Folco Terzani.
CRISTINA: Qui gioco in casa. Sono appassionata di filosofia orientale. Diciamo che se vogliamo restare su un romanzo vi proporrei: la profezia di cestino di James Redfield.

7. #CALCUTTA – Un libro che racconta storie di povertà o affronta temi forti
SHER: La macchina del vento di Wu Ming 1; racconta del confino fascista sull’isola di Ventotene, una storia complessa ma meravigliosa che accompagna il lettore fino alle origini dell’Europa
ANNROSE: I cani e i lupi di Irene Nemirovsky
CRISTINA: Povertà e temi forti.
La città della gioia di Lapierre.
Io ancora mi commuovo solo a tenere in mano quel libro.
Senza parlare del film con lo spettacolare Patrick Swayze ma quella è un’altra storia…

8. #MELBOURNE– Un libro in cui… è difficile sopravvivere
SHER: Il trono di spade di George Martin, più complicato sopravvivere di così…
ANNROSE:
Il trono di spade di G.R.R. Martin
CRISTINA: Sopravvivere… che bella parola.
In realtà questa parola è applicabile nella nostra vita con una facilità incredibile… se devo proiettarla su un libro…mi viene subito in mente Ken Follett con il colosso I pilastri della terra e i sequel che sono venuti… ovviamente sempre Medioevo… che ve lo dico a fare!

9. #ANCHORAGE – Un libro ambientato in luoghi freddi
SHER: Direi Sangue e Neve di Jo Nesbo; un romanzo molto particolare sin dalle sue prime righe.
ANNROSE: Oggi siamo vividi Ágota Kristóf
CRISTINA: Un libro ambientato in luoghi freddi…
Uhm vediamo… Gorky Park di Martin Cruz Smith è praticamente una storia sotto la neve! Più freddo di così.

10. #DUBLINO – Un libro con la copertina verde
SHER: Salvare le ossa di Jesmyn Ward; in questo caso cito la mia prossima lettura perché non ho mai letto romanzi con la copertina che possa definirsi verde.
ANNROSE:La svastica sul sole di Philip Dick.
CRISTINA: Con la copertina verde mi vengono subito in mente i 2 che ho amato di più.
In prima versione originale avevano proprio la copertina verde…
1. Jennifer Egan Il tempo è bastardo, un romanzo fantastico a mio parere, attuale, un romanzo che incrocia la vita di persone che per un susseguirsi di eventi si incontrano… saranno passati 8 anni o più ma lo ricordo alla perfezione… un libro che diventa tuo amico.
2. La scomparsa di Stephanie Mailer di Joël Dicker.
Ragazzi io Dicker lo amo, perché è mio coetaneo e sta stracciando letteralmente autori storici svettando nelle classifiche di vendita.
Ha creato una tecnica narrativa incredibile. Passato e presente davanti ai nostri occhi, dettagli importanti che possono farci capire il colpevole… ma… ci depista alla grande.
Se ti sei creato un percorso logico beh vedrai che alla fine del libro non è quello…perché avevi tutto ben chiaro davanti ai tuoi occhi,ma non hai indovinato!

P.S. Tra le città elencate c’è anche la meta della nostra prossima vacanza: avete indovinato qual è?