Dolci, dolcissimi baci

Il 6 luglio si celebra in tutto il mondo la giornata mondiale del bacio, anche nota come International Kissing Day o National Kissing Day. Questa romantica tradizione è stata inaugurata nel 2005, quando una coppia stabilì il record del bacio più lungo (più di 31 ore attaccato l’uno alle labbra dell’altra); da allora il bacio, in ogni sua sfumatura, viene celebrato in questa giornata che istituisce una sorta di San Valentino estivo.1515173_1400978816874057_2071623645_n

L’arte, in ogni sua espressione, ci ha lasciato numerose opere che immortalano questo intimo incontro tra due innamorati e anche l’industria dolciaria ha dedicato a questo gesto un cioccolatino che con gli anni è diventato famoso in tutto il mondo: il Bacio Perugina.

La storia del cioccolatino degli innamorati comincia nel 1922 con Luisa Spagnoli che crea un impasto di granella di nocciola e cioccolata avanzata da lavorazioni precedenti e infine avvolta una nocciola intera. Il cioccolatino così fatto venne chiamato “cazzotto” per via della sua forma che ricordava un pugno chiuso e solo nel 1924 il suo nome cambierà in quello che noi tutti conosciamo. Questo secondo cambiamento nasce dagli episodi grotteschi che si potevano verificare nel momento in cui, entrando in negozio, un cliente avesse chiesto “un cazzotto”, per evitare situazioni tragicomiche si decise quindi di ribattezzare il cioccolatino con la dicitura “Bacio Perugina” a cui, in quell’occasione, venne donato il caratteristico incarto argentato a scritte blu in cui veniva nascosto il cartiglio famoso in tutto il mondo, mentre bisognerà aspettare il 1940 per vedere il rivestimento argentato costellato di tante piccole stelle blu, il tutto impacchettato in un’elegante confezione su cui campeggia una coppia di amanti ispirata a quella del famoso “Bacio” di Hayez.
In soli cinque anni vengono distribuiti cento milioni di Baci Perugina e il successo del cioccolatino ideato da Luisa Spagnoli si trasferisce dalla cioccolateria di Perugia a New York dove, sulla Fifth Avenue, apre il primo negozio Perugina.
Da allora il successo di questa piccola delizia italiana non conosce tramonto e la Perugina continua a stupire i propri golosi clienti regalandogli nuove versioni del loro cioccolatino più famoso.
Nel 2003 un’equipe di pasticcieri Perugina entra nel Guinness dei primati creando il BaciOne: un Bacio Perugina alto più di due metri e largo sette di 5980 Kg.
Anno dopo anno, cioccolatino dopo cioccolatino, cartiglio dopo cartiglio il successo del Bacio Perugina non si arresta e frotte di innamorati chiedono di poter inserire le proprie frasi tra quelle nascoste all’interno della piccola carta argentata a stelle blu, così nel 2009 la Perugina inaugura il progetto “Piacere d’autore” e tutt’ora, andando sul sito ufficiale, si può ordinare una confezione di Baci Perugina personalizzata con i propri dolci messaggi per la nostra metà.

*Jo

amore-bacio-parugina-come-nasce-cioccolatino

Pubblicità

GREAT (WO)MEN #4: FU HAO

3266081587_db98d9e830Eccovi il quarto articolo della nostra rubrica Great (Wo)men, in collaborazione con il canale YouTube La Storica.

Quest’oggi, faremo un lungo viaggio indietro nel tempo sino alla Cina del 1200 a.C. e parleremo della principessa Fu Hao della dinastia Shang, una delle sessanta mogli del re Wu Ding.

Ciò che conosciamo di Fu Hao è stato inciso su delle Ossa fuhao-featureoracolari, tipiche della dinastia Shang, poi nascoste nella tomba della stessa regina, ritrovata nel 1970: alcune riportavano lo stato di salute della donna, una in particolare ci da informazioni riguardo alla sua condizione fisica durante e dopo la gravidanza che le fece dare alla luce il principe Jie; altre, decisamente più importanti, ci raccontano della sua carriera militare e religiosa.
La donna risulta essere stata a capo di ben 13.000 soldati e due importanti generali, Zhi e Hou Gao, in molte guerre tra le quali figurano due delle più importanti mai combattute nella Cina di quegli anni.
Grazie ai suoi interventi militari, infatti, fu messa una fine a divere guerre tra dinastie, come ad esempio con quella dei Tu-Fang o Ba, che andavano avanti da intere generazioni .
Nella sua tomba furono ritrovate anche molte asce da guerra che probabilmnete lei stessa aveva impugnato in battaglia.

L’essere comandante dell’esercito era, naturalmente, un fatto molto strano per una donna, tuttavia pare che Wu Ding desse particolare fiducia a Fu Hao tanto da darle sia il comando della forza militare sia il comando della forza religiosa istruendola riguardo ai riti e ai sacrifici propiziatori.
L’attività religiosa era una delle più importanti componenti politiche del tempo, pertanto possiamo dire che la regina godeva di un enorme potere rispetto alle altre donne.

fuhao1Il rispetto del re Wu Ding nei confronti della principessa Fu Hao è evidente anche nel fatto che, dopo la morte della moglie, lui le fece costruire una enorme tomba: in essa fece seppellire sedici uomini sacrificati alla moglie con un rito propiziatorio per avere l’anima di lei al suo fianco durante l’importantissima battaglia contro la dinastia Gong, che stava minacciando di distruggere, con la sua potenza, la dinastia Shang.

Nonostante il famosissimo personaggio Disney Hua Mulan non sia ispirato totalmente alla principessa Fu Hao, quanto più alla principessa Pingyang (per questo la ragazza come nome maschile prende Ping), è chiaro che, essendo Fu Hao la prima donna guerriera della storia Cinese, questa regina abbia influito sulla scelta della Walt Disney di creare un personaggio femminile combattente per l’impero Cinese.

*Volpe